XFS XFire

Il Gruppo XFS con i suoi oltre 4000 clienti e le sue certificazioni europee, si posiziona sul mercato come uno dei più importanti player nazionali del settore della sicurezza aziendale, forte dell’expertise ereditata dalle aziende del gruppo presenti sul mercato da oltre 30 anni.

XFIRE è oggi una realtà proiettata in un futuro di ricerca e innovazione, grazie ad un team di risorse tutte interne all’azienda, finalizzato ad offrire ai clienti lo stesso referente nel tempo, soluzioni complete, efficaci ed efficienti.

Ma il nostro impegno va oltre.

Abbiamo scelto di avere tutte le professionalità necessarie all’interno dell’azienda, formate in XFIRE e sul campo per garantire una qualità costante.

Scarica Il nostro Company Profile

Siamo infatti convinti che un team di professionisti, construito sull’esperienza, sia fondamentale per restituire ai nostri clienti soluzioni a cui nessun altro ha mai pensato prima.

Una scelta controcorrente che però è risultata di grande efficacia in termini di senso di appartenenza, spirito di squadra e soddisfazione dei clienti.

Focalizzate l’attenzione al vostro core business, pensiamo noi a fornirvi la SOLUZIONE GLOBALE PER LA SICUREZZA della vostra azienda, abbiamo un team al vostro servizio!

CERT Imp

Il CERT. IMP, è un documento che sempre più spesso viene richiesto dal Comando dei Vigili del Fuoco, con l’obiettivo di “sanare” impianti per i quali non si dispongono di informazioni sufficienti. Una responsabilità a carico del progettista, che però con le dovute prove ed indagini consente di riavviare l’attività senza problemi.

Dich Imp

Il DICH-IMP dovrà essere firmato dall’Installatore dell’impianto il quale dichiara che:
L’impianto è stato realizzato conformemente al progetto firmato da un Tecnico Abilitato. Il progetto dovrà essere tenuto a disposizione del titolare dell’Attività.

La realizzazione dell’impianto risulta conforme alla regola dell’arte (normativa vigente di riferimento)
L’installazione è stata fatta solo con componenti costruiti a regola d’arte ed adatti allo specifico luogo di installazione. (su questo punto è indispensabile rimandarvi in un interessante ed approfondito articolo data l’enorme confusione che ancora oggi vige sull’argomento)
Per l’impianto è stata verificata la corretta funzionalità, avendo eseguito le verifiche richieste dalle norme tecniche applicabili e dalle disposizioni legislative (per i sistemi di controllo del fumo vige in Italia la norma UNI 9494-3:2017)
È di fondamentale importanza ricordare che al Dich-Imp vanno allegati il progetto di impianto, la relazione tipologica dei componenti utilizzati ed il manuale di uso e manutenzione dell’intero sistema. Vedremo nel corso dell’articolo uno ad uno come sono realizzati tali documenti.

È quindi chiaro che l’installatore si assumerà la responsabilità di quanto certificato, in quanto firmatario del modello. Si specifica comunque che l’installatore dell’Impianto può corrispondere a persona fisica o giuridica. Pesante responsabilità che dovrebbe indurre l’installatore non solo a prestare molta attenzione al suo lavorato, ma anche a effettuare tutte le corrette valutazioni sui componenti e sulle procedure di corretta posa in opera nonché al rispetto del progetto.